Perché è nata la nostra Associazione Sviluppo Donne Imprenditrici? La Donna che lavora e crea col proprio lavoro non solo prodotti e servizi ma sopratutto sostegno economico per la propria famiglia fino a qualche decennio fa non era così valorizzato. Con la crisi economica attuale e con l’aumento delle separazioni, molte donne cercano una collocazione lavorativa autonoma, come naturale soluzione alle proprie necessità economiche, compatibile con il ruolo che la donna occupa nell’ambito famigliare. Nascono così sempre più professioniste , artigiane, ditte individuali o collaboratrici a partita iva. E’ determinante per il buon andamento dell’impresa femminile, che non si ostacoli, o peggio si impedisca, il ruolo non meno importante di madre o moglie; infatti conciliare il tempo in maniera tale che venga garantita l’autonomia economica, la certezza di un futuro e uno spazio adeguato a se e alla propria famiglia diventa difficile, soprattutto quando si hanno genitori anziani, figli piccoli o condizioni di monoreddito. 
L' Associazione Sviluppo Donne Imprenditrici è nata con il preciso intento di supportare le donne che vogliono aprire un’impresa o ne siano già titolari, per far sentire la loro voce ed evidenziare le esigenze oggettive che nascono quotidianamente. La nostra associazione non riceve contributi pubblici, quindi, non sempre ci è possibile sviluppare i progetti che vorremmo, in quanto la mancanza di fondi risulta un problema costante.Per questo motivo ci AutoFinanziamo principalmente con le quote associative e perciò abbiamo deciso di sviluppare la nostra ricerca fondi anche attraverso l'organizzazione di diverse iniziative ed eventi che possano consentirci di continuare la nostra missione associativa. Ecco quello che stiamo facendo insieme:
    DONNE IMPRENDITRICI
  •  creare eventi ed incontri che mettano in luce le esigenze delle nostre imprese,
  • adoperarci perché le istituzioni creino le giuste attenzioni verso i bisogni e le potenzialità delle imprese che rappresentiamo,
  • cercare le opportunità per aprire nuovi mercati,
  • organizzare corsi di formazione per crescere, capire e migliorare se stesse e le imprese,
  • promuovere contatti e scambi di opinione con le altre organizzazioni femminili, nazionali ed estere, per aumentare la rappresentanza sindacale,
  • essere un valido aiuto per le donne che vogliono intraprendere un’attività imprenditoriale,
  • organizzare iniziative e produrre proposte tendenti a supportare e migliorare la conciliazione dei tempi di vita e di lavoro delle donne imprenditrici,
  • organizzare B2B al femminile *
  • offrire consulenze mirate alla soluzione dei vari problemi operativi che caratterizzano le nostre imprese,
  • organizzare incontri con le rappresentanze politiche regionali, provinciali e comunali per far sentire la voce di un'imprenditoria, quella femminile, in forte crescita. 
*Il 1° B2B al Femminile di questo anno sara a Genova 14-15 Maggio 2012 dove imprese, lavoratrici autonome, professioniste, artigiane, commercianti  e tutte coloro che vogliono ricollocarsi o intraprendere una nuova attività sipossono incontrare. Un'agenda di incontri prefissati che potranno generare nuove opportunità d'affari e lavoro... senza perder tempo.
Ma a cosa serve, e soprattutto perché, una donna lavoratrice autonoma, artigiana, professionista o impresa dovrebbe utilizzare parte del proprio tempo per partecipare alle attività di questa associazione  anche attraverso il protale www.DonneImprenditrici.it ? E’ utile sottolineare che l'Ass. Sviluppo Donne Imprenditrici è guidato da imprenditrici/lprofessioniste/artigiane/ autonome  che operano in vari settori dell’artigianato, commercio,servizi, turismo,educational, etc., che hanno età diverse e situazioni di vita differenti. Conosciamo bene le difficoltà delle provincie in cui operiamo , le opportunità che si possono cogliere o quelle che è meglio lasciar maturare altrove. Anche se siamo diverse per cultura, tipologia di situazione famigliare e lavorativa, siamo unite da uno spirito di collaborazione.  Nel mondo dell lavoro al femminile ci sono davvero tante tipologie di impresa, molte sono tipicamente femminili (estetiste, parrucchiere, sarte, ecc.), altre lo sono diventate negli ultimi anni (grafiche, tassiste, ecc.), abbiamo attività ereditate dai nostri genitori, oppure le abbiamo intraprese seguendo un’innata capacità o passione (restauratrici, decoratrici, designer, ecc.), ma tutte abbiamo un' altra caratteristica che ci unisce: siamo prese dalle necessità quotidiane, e il tempo è sempre il nostro nemico più temuto, la sua mancanza domina la maggior parte della giornata di una donna imprenditrice. Il recupero degli insoluti, i rapporti con i fornitori, l'accesso al credito, la scarsa informazione sui finanziamenti agevolati disponibili, la necessità di consulenze fiscali e organizzative, la ricerca di nuovi sbocchi di mercato, sono alcune tra le problematiche che occupano il tempo che vorremmo dedicare al “fare impresa” e alla famiglia. Non siamo abbastanza “grandi” per avere dei professionisti in azienda che ci risolvano queste incombenze, ma siamo sufficientemente capaci, da aspirare a far decollare le nostre aziende verso un mercato che ci riconosce come “eccellenti”.  Ed ecco che ci sentiamo sole, a volte vorremmo condividere queste difficoltà quotidiane con qualcuno che attraversa giorno dopo giorno gli stessi ostacoli e, senza inutili lamentele, seguire un percorso per migliorare la qualità della nostra vita e migliorare il nostro business.  Condivisione e rete, queste sono le parole chiave che  l'Ass. Sviluppo Donne Imprenditrici si prefigge di trasformare in obiettivo di crescita personale e d’impresa.

http://donneimprenditrici.ning.com/iscriviti-ora 


Ass. Culturale SVILUPPO DONNE IMPRENDITRICI
 ·  · Condividi · Elimina